Articoli

Guerra fratricida

Spread the love

Il nazismo è risorto. Hitler ha vinto la guerra del dopo guerra. Quindi non possiamo non dirci nazisti. Oggi, però il nazismo si declina in diversi modi, tant’è che questa vittoria, considerata fino all’inizio degli anni 2000, totale, è in questi tempi lacerata da lotte intestine scoppiate intorno al 2014 allorquando il nazismo ucraino si saldò con quello atlantico e globalista dando inizio allo scontro con il nazismo “orientale”.. Assistiamo oggi alla lotta fra le tre anime del movimento hitleriano: quella del nazi-globalista, quella nazi-nazionalista e quella del nazi-ortodossa. Netanyahu è un nazista etno-nazionalista che combatte contro i nazisti di Hamas che fanno riferimento al vetero-nazismo. Egli è un nazi-democratico di destra, (una subordinata politica del movimento nazista globalista) a differenza dei nazi-dem di sinistra impersonati da Biden, Obama, Clinton, Epstein, Zelensky, Trudeau e tutti i nazisti globalisti occidentali. In Italia per esempio, questo nazismo umanitario ed ecumenico è impersonato da Elly Schlein, dal PD, dalla sx estrema, dai movimenti LGBT, cancel culture, BLM etc. Infine la terza anima: il nazismo ortodosso, ovverosia quello di Putin, quello iraniano, di Hamas, quello nord-coreano etc. Un vetero-nazismo antidemocratico che affonda le sue radici, attraverso la mediazione e il filtro staliniano e islamico nel nazismo storico. E’ una lotta senza quartiere anche se c’è chi tenta generosamente di comporre questo conflitto nel nome del fondatore del movimento nazionalsocialista, cioè l’Innominato Innominabile, ma fino a questo momento tutti questi sforzi sono rimasti senza esito e purtroppo la guerra continua. In ogni caso, vada come vada, moriremo nazisti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*