Vignette, disegni e fotomontaggi

La Sinistra è nuda

Spread the love

L’Affaire Vannacci come l’Affaire Dreyfus ? – “Il mondo al contrario” è il titolo del libro autopubblicato del generale di divisione Roberto Vannacci e disponibile dallo scorso 10 agosto.


Rassegna Stampa

“Sono l’erede di Giulio Cesare“. Il libro del generale Vannacci è un caso

17 Agosto 2023 – 17:41

“Il mondo al contrario” è il titolo del libro autopubblicato del generale di divisione Roberto Vannacci, disponibile dallo scorso 10 agosto

“Il mondo al contrario” è il titolo del libro autopubblicato del generale di divisione Roberto Vannacci e disponibile dallo scorso 10 agosto. Tra le pagine di questo volume è possibile trovare riflessioni, attacchi e provocazioni contro il mondo femminista, quello Lgbtq, gli stranieri. Nella prefazione del volume, il militare in servizio presso l’Esercito italiano e alla guida dell’Istituto geografico militare dichiara di voler “provocatoriamente rappresentare lo stato d’animo di tutti quelli che, come me, percepiscono negli accadimenti di tutti i giorni una dissonante e fastidiosa tendenza generale che si discosta ampiamente da quello che percepiamo come sentire comune”. Davanti alle polemiche, il generale ha risposto: “Sono pronto a confrontarmi sulle mie opinioni e nel campo delle argomentazioni, del merito, non di altri aspetti. La libertà di opinione è una delle radici della nostra radice libera e occidentale. Giordano Bruno lo hanno bruciato perché aveva un pensiero controcorrente”.

Si definisce come l’erede di Giulio Cesare e afferma che nel nostro Paese esiste una dittatura imposta dalle minoranze attraverso “discutibili regole di inclusione e tolleranza”. 

Leggi Tutto: https://www.ilgiornale.it/news/nazionale/generale-vannacci-libro-2197949.html


Il mondo al contrario del generale Roberto Vannacci: «Non mi scuso. Lotto contro il pensiero unico

18 AGOSTO 2023 – 04:28

Dopo il libro, le interviste: non sono razzista, ho combattuto con persone di etnia africana. Egonu? I suoi non sono i tratti somatici degli Etruschi

Il generale Roberto Vannacci non ci sta. Non ci sta a passare per razzista e omofobo. Ma non fa nessun passo indietro dopo lo scoppio della polemica sul suo libro “Il mondo al contrario”. E dopo le critiche del ministro della Difesa Guido Crosetto. Che ha annunciato un «esame disciplinare» per il militare. In due interviste rilasciate al Giornale e al Quotidiano Nazionale Vannacci si difende attaccando. E ribadendo le sue posizioni. «Niente passi indietro. Se metterò a rischio la carriera lo avrò fatto per una giusta causa: la lotta al pensiero unico», dice a Fausto Biloslavo. In oltre trecento pagine l’attuale responsabile dell’Istituto geografico militare snocciola una serie di giudizi omofobi e prese di posizioni contro femminismo, migranti e ambientalismo. Nelle interviste è più moderato. …

Leggi Tutto: https://www.open.online/2023/08/18/generale-roberto-vannacci-libro-mondo-al-contrario-difesa/


IL MONDO AL CONTRARIO

Copertina flessibile

10 agosto 2023

di Roberto Vannacci (Autore)

Retro copertina, a cura dell’Autore

Il titolo la dice lunga sul tenore e sui contenuti di questo libro. Il Mondo al contrario vuole infatti provocatoriamente rappresentare lo stato d’animo di tutti quelli che, come me, percepiscono negli accadimenti di tutti i giorni una dissonante e fastidiosa tendenza generale che si discosta ampiamente da quello che percepiamo come sentire comune, come logica e razionalità. “Cosa c’è di strano? Capita a tutti, e spesso” – direte voi. Ma la circostanza anomala è rappresentata dal fatto che questo sgradevole sentimento di inadeguatezza non si limita al verificarsi di eventi specifici e circoscritti della nostra vita, a fatti risonanti per quanto limitati, ma pervade la nostra esistenza sino a farci sentire fuori posto, fuori luogo ed anche fuori tempo. Alieni che vagheggiano nel presente avendo l’impressione di non poterne modificare la quotidianità e che vivono in un ambiente governato da abitudini, leggi e principi ben diversi da quelli a cui eravamo abituati.

Basta aprire quella serratura di sicurezza a cinque mandate che una minoranza di delinquenti ci ha imposto di montare sul nostro portone di casa per inoltrarci in una città in cui un’altra minoranza di maleducati graffitari imbratta muri e monumenti, sperando poi di non incappare in una manifestazione di un’ulteriore minoranza che, per lottare contro una vaticinata apocalisse climatica e contro i provvedimenti già presi e stabiliti dalla maggioranza, blocca il traffico e crea disagio all’intera collettività. I dibattiti non parlano che di diritti, soprattutto delle minoranze: di chi asserisce di non trovare lavoro, e deve essere mantenuto dalla moltitudine che il lavoro si è data da fare per trovarlo; di chi non può biologicamente avere figli, ma li pretende; di chi non ha una casa, e allora la occupa abusivamente; di chi ruba nella metropolitana, ma rivendica il diritto alla privacy.


Argomenti Correlati

Censura: Libertà di Stampa e di Opinione


2 Comments

  1. Rinaldo Sorgenti

    Estrema sorpresa l’iniziativa del Ministro Crosetto che da libersle non puo’ non sver spprezzato le considerazioni logiche e razionsli del genersle Vannacci. Non avendo leso slcun vincolo militare e’ un’assurdità’ l’azione disciplinare segnslata.

  2. SE ricorda ai crosetto e ai centinaio quanto segue:
    “””
    𝐂𝐨𝐝𝐢𝐜𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐎𝐫𝐝𝐢𝐧𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐌𝐢𝐥𝐢𝐭𝐚𝐫𝐞
    (𝐷𝑒𝑐𝑟𝑒𝑡𝑜 𝐿𝑒𝑔𝑖𝑠𝑙𝑎𝑡𝑖𝑣𝑜 15 𝑚𝑎𝑟𝑧𝑜 2010, 𝑛. 66 𝑎𝑔𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑎𝑡𝑜 𝑐𝑜𝑛 𝐷. 𝐿𝑔𝑠. 24 𝑓𝑒𝑏𝑏𝑟𝑎𝑖𝑜 2012, 𝑛. 20)
    Art. 1472 Libertà di manifestazione del pensiero
    1. I militari possono liberamente pubblicare loro scritti, tenere pubbliche conferenze e comunque manifestare pubblicamente il proprio pensiero, salvo che si tratti di argomenti a carattere riservato di interesse militare o di servizio per i quali deve essere ottenuta l’autorizzazione.
    2. Essi possono, inoltre, trattenere presso di sé, nei luoghi di servizio, qualsiasi libro, giornale o altra pubblicazione periodica.
    3. Nei casi previsti dal presente articolo resta fermo il divieto di propaganda politica.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*