ANSIA, Articoli

Clamoroso dietrofront della Lega, FI e FdI sui vaccini

Spread the love

(ANSIA) Roma 9 Agosto 10:51

Secondo un sondaggio commissionato dal Cdx, pare che oltre il 7-8% degli italiani che votavano per il Centrodestra e che non si sono vaccinati, non voteranno più per la Lega, FI e FdI. Sempre secondo il sondaggio rivolgeranno i loro consensi ai cosiddetti movimenti anti-sistema. Per evitare questo bagno di sangue Berlusconi, Salvini e la Meloni hanno deciso un drastico dietrofront, e per rendere più credibile questa decisione hanno deciso di mandare in onda nelle reti Mediaset uno spot nel quale i più accesi vaccinisti (Fedriga, Ronzulli e Toti) compariranno in video e chiederanno perdono per le vessazioni a cui sono stati sottoposti per due lunghi anni, a causa del loro atteggiamento ultra-vax, i non vaccinati. A quanto si apprende sarà un vero e proprio autodafé pubblico.

Riceviamo una smentita dal CDX. La notizia del “dietrofront” è destituita di ogni fondamento. Il CDX non rinnega la sua politica di vaccinazione di massa, tant’è che vuole proporre il generalissimo Figliuolo a commissario straordinario per l’immigrazione. Il dietrofront continua il comunicato, farebbe parte di una serie di fake news messe in giro da non meglio identificati gruppi di no-vax finanziati da Mosca.

5 Comments

  1. luca paolini, da commissario della lega Nord Toscana, ci ricordava saggiamente che si può scendere da militante a sostenitore. ora, dopo anni da salviniano, non viene ricandidato e sulla pagina di fb “fa le bizze”, come se fosse un bambino. SPETTACOLO PURO:
    “” Luca Paolini
    tpdsoeronS3
    g
    3
    e
    l
    2m579a47
    r
    1f
    t
    c92f
    a
    1
    0

    0i
    e
    2
    :
    u
    7
    o
    1
    o
    o
    85
    a

    1
    75

    a
    s
    l
    1
    m
    ·
    Leggo sul “Corriere Adriatico” che “Paolini non sarà ricandidato” .
    Corre obbligo di precisare che, per ragioni che meglio e più in dettaglio esplicitero nei prossimi giorni, ho rinunciato alla medesima con messaggio whatsapp al Commissario Marchetti del giorno 26 luglio h. 16.34. (allego immagine )
    Leggo, sempre dal Corriere Adriatico, che il candidato in pole position della Lega (dopo essere stato con FI-PDL-NCD-lista Marche 2020-SPACCA—) sarà l’Assessore e Vice Presidente Mirco Carloni, ossia colui che da due anni, tutti i giorni, in tutti i social, giornali, radio, tv, e internet ,l spesso con annunci a pagamento – ripete all’universo mondo quanto è importante, decisiva, esiziale la sua attività in Regione contro ogni sorta di male che può colpire economicamente le GENTI MARCHIGIANE:
    dalla peste suina alla siccità, dal caro gasolio alla crisi di liquidità, dalla tutela dei consumatori alla difesa di tartufai e pescatori, dalla invasione di cinghiali alla crisi del mobile….
    Caro Mirco, dopo tutto l’amore che hai dichiarato in questi due anni per gli imprenditori, gli agricoltori, i pescatori, gli allevatori, i cacciatori, i mobilieri , i metalmeccanici, i pellettieri marchigiani , perchè li vuoi abbandonare prematuramente, proprio ora che sta per arrivare un autunno difficile?
    Ripensaci. Fallo per LORO se non per noi….
    Caro Mirco, HAI GIA DUE POLTRONE DI PRIMISSIMO LIVELLO…. hai piazzato – con qualche “aiutino” da parte dei vari Commissari, – tuoi fedelissimi alla segreteria cittadina Fano, enti locali regionali, responsabile tesseramento, capogruppo in consiglio comunale, capo segreteria gruppo regionale, consiglio provinciale , per non parlare di altro…..
    e gli altri? Quelli che per anni si sono fatti il mazzo mentre tu stavi con Spacca e NCD , sono rimasti, come si dice, a bocca asciutta.
    E mo’ vuoi pure levare il posto a qualcun’ altro a Roma ? Ma vuoi TUTTO TU?
    Ma c’è anche un altro aspetto più “politico” su cui credo il centrodestra e la Lega in particolare debbano riflettere:
    RICCI e la MANCINELLI, sindaci rispettivamente di Pesaro e Ancona, pur avendo, certamente, desiderio e ampi titoli per andare a Roma, hanno dichiarato, FIN DA SUBITO, che restavano al loro posto per onorare il mandato ricevuto dai loro cittadini ….
    Mi chiedo : ma come la prenderanno i nostri elettori a vedere che i “COMUNISTI”” rispettano la parola verso i “loro” cittadini ed elettori , mentre un ns. ASSESSORE E VICE PRESIDENTE CARLONI per una poltrona romana, è pronto a piantarli in asso in mezzo al guado?
    Per la cronaca, nella “vecchia” Lega una cosa del genere era vietata. A memoria non ricordo un caso del genere a livello di assessori e vice presidenti di regione. Se sbaglio qualcuno mi corregga….
    Uno che PRIMA si è fa nominare Assessore e vicepresidente, ( con tutti i vantaggi di immagine, uffici, auto di servizio, segreterie, staff, addetti stampa, relazioni, visibilità, poteri di indirizzo e di spesa – che aiuta a farsi volere bene….come sanno tutti quelli che fanno politica professionalmente ….in Sicilia dicono ” senza u’ quattrino ‘un canta manco u ‘ parrino…- ) che questi ruoli comportano , POI resta lì fino a fine mandato !
    HAI VOLUTO LA BICICLETTA? ORA PEDALI !
    Mi si dirà “ma anche la LATINI pare che corra ed è assessore……
    Vero ma con 1 sostanziale, decisiva differenza: Giorgia Latini era già a Roma ed ha accettato l’incarico SOLO PER SPIRITO DI SERVIZO, e non per se stessa, e lo ha fatto per una ragione a tutti nota: occorreva garantire alla Giunta Acquaroli la “quota rosa”.
    Di questo sono personalmente testimone perchè ci parlai tante volte in quel periodo!
    Vediamo che succederà “””””””””
    NONCHE’ GLI AMICI: “””” Simone Merlini
    Mi dispiace ammettere che il pesce puzza dalla testa, io mi sono allontanato dalla lega perché oramai vedo un partito che vive solo di slogan e deve aver tutti yes man,io andando anche contro me stesso, visto che io ero un commissario provinciale e quindi nominato ho chiesto sempre i congressi perché ogni sezione, ogni provincia deve avere il suo potere decisionale e non subire solo ordini calati dall’alto,sottileneo che oltretutto io mi sono sentito sempre in difetto verso chi militava come Luca da decenni,che avevano dato la fiducia ad un progetto che era tutto in salita, ora invece chi è salito in corsa del 30% ha pieni poteri ed è un deus machina, mah..

  2. Stefano Nobile

    anche se si scusassero non mi fiderei.
    Il voto mio e della mia famiglia se lo possono scordare.

  3. Manlio+Montagna

    Se li votassi sarei un citrullo, un fessacchiotto, un povero illuso, un debolotto mentale, un imbecille. Se anche chiedessero perdono, sentirei odore di truffa e di presa per il c… Gli alberi si giudicano dai frutti: se non ne danno, sono buoni solo per il fuoco o per fare legname.

  4. Anche il mio voto e non solo il mio, se lo possono scordare !!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*