Articoli

Bozza programma del Centrodestra.

Spread the love
Matteo Salvini con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

(ANSA)

E’ il titolo della prima bozza, di cui l’Ansa ha visionato una copia, divisa in quindici punti in sette cartelle, licenziata oggi dal tavolo del centrodestra e che passerà ora all’esame dei leader della coalizione in vista della presentazione definitiva entro il 14 agosto.

  1. scritto in neretto, definisce bene la collocazione internazionale dell’alleanza: “Italia, a pieno titolo parte dell’Europa, dell’Alleanza Atlantica e dell’Occidente. Più Italia in Europa più Europa nel Mondo”.
  2. il secondo punto della bozza è dedicato all’ utilizzo efficiente delle risorse europee.
  3. terzo posto, le riforme istituzionali e strutturali, tra cui l’ elezione diretta del Presidente della Repubblica
  4. la piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma capitale.
  5. quarto punto è dedicato al “fisco equo”, con l’estensione della Flat Tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato con la prospettiva di ulteriore ampliamento per famiglie e imprese.
  6. Poi il sostegno alla famiglia e alla natalità,
  7. la sicurezza e il contrasto all’immigrazione illegale, 8)
  8. la tutela della salute, la difesa del lavoro e dell’economia reale,
  9. lo stato sociale e il sostegno ai bisognosi.
  10. Il documento va avanti con il punto sul Made in Italy, cultura e turismo,
  11. quindi quello dedicato alla sfida dell’autosufficienza energetica,
  12. quello sull’ambiente, definito “nostra priorità”.
  13. Poi il capitolo sull’Agricoltura: la nostra storia, il nostro futuro.
  14. Quattordicesimo punto è dedicato alla scuola, università e ricerca.
  15. Giovani, sport e sociale.

Non riesco a leggere niente riguardo alla gestione della pandemia, i lockdown, l’obbligo vaccinale ed ad eventuale costituzione di una Commissione Parlamentare d’Inchiesta su quanto è accaduto nei due anni della pandemia.

6 Comments

  1. LaRepubblica (della quale non fidarsi è
    meglio) semina dubbi. Salvini vorrebbe una lista dei ministri ADESSO. Mossa, si apprende in ambienti parlamentari del Carroccio, legata alla volontà di costringere Giorgia Meloni a scoprire subito le carte. Perché il sospetto che circola, fra gli ex lumbard, è quello di un pactum sceleris fra la presidente di Fratelli d’Italia e Mario Draghi. ( circolano già dei nomi graditi a Draghi ).
    Sarebbe bello trovarsi governati da Atlantisti ( come Draghi ), europeisti ( come tutti ) manca solo l’invito ad accogliere integrare e i i diritti dei gay cosi’ Meloni governerà per il prossimo ventennio.
    Ripassa ” Il Gattopardo “, Alfio.
    Io spero che LaRepubblica stia facendo campagna elettorale alla sua ( lurida ) maniera.

  2. E, dopo le aperture ( respinte ), di Berlusconi a Renzi abbiamo visto tutto.
    Ma vadano tutti a farsi fot….

  3. In estrema sintesi :
    per il vecchio mascarato IMPORTANTE IL PONTE SULLO STRETTO,
    per il demente IMPORTANTE BLOCCARE IMMIGRAZIONE,
    per la tifosa della Roma IMPORTANTE AIUTARE UCRAINA APPOGGIANDO LA NATO.

  4. Sarcià Carmelo

    La politica non è un giornalino di Paperino… Se sono più forti di te unisciti a loro. Se li combatti tuttia la vita non vincerai mai… Solo così puoi entrare nella stanza dei bottoni… Già il solo fatto di mettere in programma l’elezione diretta del Capo dello Stato dovrebbe tranquillizzare… La chiamerei la strategia politica del Cavallo di Troja… Salvini queste cose non le capisce… Berlusconi in parte si. Bisogna leggere Il Principe di Machiavelli… Giovan Battista Vico sui corsi e ricorsi storici … Sun Tzu stratega giapponese della guerra… e soprattutto Carl von Clausewitz (1780-1831) analista di filosofia della guerra… Coraggio… Meloni è più intelligenti di quel che si possa pensare…

  5. Dresden 98

    ma Salvini quali ministri vorrebbe ADESSO??? GIORGETTI? FEDRIGA? FONTANA.?? Andiamo bene….

  6. Con questa gente non se ne esce, non una parola sugli oltre due anni di sospensione dei diritti costituzionali e di dittatura sanitaria dell’orrido Speranza, il cane rabbioso travestito da agnello, non una parola sulle condizioni economiche disastrose in cui è stato trascinato il paese dalla entità pidiota e dai suoi complici di ogni colore. Temo che la sola risposta positiva per l’Italia possa arrivare da una vittoria schiacciante della Russia in Ucraina che potrebbe segnare la fine della dittatura europea della troika, di Klaus Schwab, di Soros e della Nato, con il favore di Trump che a quanto pare dovrebbe vincere senza problemi le elezioni di medio termine americane.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*