Articoli

Matteo&Giuseppi

Spread the love

Per un attimo (fuggente) ho pensato che Conte e Salvini potessero mettere in difficoltà il governo, financo a farlo cadere. Poi ho sentito Conte da Formigli e ho capito che aldilà dei proclami, il contrasto si basava solo su questioni di forma e prassi parlamentare; in quanto a Salvini, neo “don Matteo”, il capo leghista auspica solo che “in questo mese mariano, dedicato alla Madonna si giunga ad un negoziato di pace.” Per quanto poi riguarda la questione del governo, don Matteo ha manifestato la sua intenzione di incontrare Draghi e parlare delle questioni aperte, quali l’invio di nuove armi agli ucraini. Visti come sono andati gli altri incontri con il premier c’è da aspettarsi che Salvini esca dai colloqui portando a casa il NULLA. Insomma tutto pare cambiare per rimanere com’è.

4 Comments

  1. Riassumendo :
    3 “leader” di centrodestra,

    1 da sempre il più grande amico del PD,
    1 un idiota che non sa da che parte stare,
    1 pro USA NATO e ASPEN.

    Esistono alternative ????

  2. Carmelo Sarcià

    Piccoli Gattopardi…. La Storia non è una barzelletta di Pierino…

  3. Da LaRepubblica:
    Nel Pd pressing su Letta per scaricare il M5S: “La pazienza è finita”.

    Quindi vorrebbero cementare l’alleanza con il vecchio tinto e truccato e con l’idiota ?
    La tragedia è che sarebbero d’accordo !

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*