Alfio, Articoli

E se fosse stato un trappolone?

Spread the love
Come potrebbe finire…

Gli antefatti: Gennaio/Febbraio 2022 iniziano le manovre congiunte russo-bielorusse nei pressi del confine ucraino. L’occidente comincia a strepitare e chiede che le manovre siano sospese, pretende addirittura che le truppe si allontanino dai confini ucraini. Contestualmente, il 17 di Febbraio i nazi-ucraini iniziano le ostilità e cominciano a bombardare le repubbliche di Donetsk e di Lugansk. E’ il preludio. Biden dagli USA comincia la litania: “La Russia sta per attaccare l’Ucraina, la Russia sta per attaccare l’Ucraina…”. Il 24 Inizia l’ Operazione Speciale russa. L’avanzata non è propriamente una blitz-krieg. Le truppe di Mosca trovano una solida resistenza e dopo le avanzate iniziali cominciano a “riposizionarsi”, cioè ad indietreggiare. Contestualmente comincia la battaglia mediatica: Zelensky si autoproclama martire e denuncia stragi a destra e manca. Bucha diventa una Oradour-sur-Glane o una Marzabotto. I media occidentali riprendono la favolistica ucraina e l’amplificano. I governi europei alzano al cielo lamentazioni e dietro “suggerimento” degli USA impongono sanzioni a Mosca ( che ricadono puntualmente sulla testa degli europei). Non solo, ma poco dopo iniziano ad inviare, assieme agli USA massicci “aiuti umanitari” a base di missili, bombe, carri armati, droni etc. I camerieri europei, ubbidiscono ai benevoli “consigli” di Washington e di Londra e anche a costo di suicidarsi iniziano a parlare di embargo di petrolio e gas russo; di riarmo dedicando il 2% del Pil agli armamenti. “La guerra si avvicina e occorre essere pronti!” Intanto il conflitto va avanti. Gli USA “guidano” con i loro apparati elettronici la mano degli ucraini e affondano l’incrociatore Moskva; ultimamente droni kamikaze made in USA entrano in territorio russo e incendiano depositi di carburante e siti di ricerca militare. Praticamente gli americani e la Nato fanno la guerra alla Russia parandosi dietro il dittatorello Zelensky, irritando sempre più i russi che parlano di escalation bellica. Il diaframma fra guerra per procura e 3a GM si assottiglia. Quella che doveva essere solo una Operazione Speciale limitata nel tempo, ma fatale per Kiev, sta portandosi troppo avanti. E il tempo, si sa, non gioca a favore di Putin. Chi pagherà questa follia saremo come al solito noi. Non c’è due senza tre, dice un proverbio. Prima GM, Seconda GM ed ora si affaccia l’ipotesi di 3aGM. L’Europa diventerà, dopo essere stata devastata da un conflagrazione nucleare, una landa desolata dove pochi sopravvissuti vagheranno in cerca di un po’ di cibo e cercheranno riparo tra le rovine delle città distrutte. Gli Alleati atlantici e i loro servitori europei costruiranno, come loro tradizione, a Kiev un Tribunale Internazionale, per giudicare i criminali di guerra russi. Sempre che vincano

One Comment

  1. Perso il fascicolo giudiziario a Firenze, rischio brusco stop del processo ai genitori di Renzi per sospette fatture false.
    Da LaRepubblica.

    Questo capita solo in questo ridicolo Paese, forse un’atomica sarebbe una cura. Certo difficilmente pagheranno “quelli giusti”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*