Articoli

Cura Cingolani.

Spread the love

“Il prezzo del futuro”, il nuovo libro di Alan Friedman. L’intervista a Cingolani: “Ecco il piano per sostituire in breve tempo il gas russo”

In occasione della presentazione del suo nuovo libro “Il prezzo del futuro” (edito da La nave di Teseo), Alan Friedman intervista il Ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani. “La nostra strategia è di sostituire questi 29 miliardi di metri cubi di gas che arrivano ogni anno in Italia dalla Russia attraverso il gasdotto del Tarvisio con altrettanto gas che però deve essere prodotto da Paesi che si trovano in continenti diversi e che sono anche loro connessi ai gasdotti” ha spiegato il ministro. “Rispetto a tutti gli altri paesi europei noi abbiamo il vantaggio di avere cinque gasdotti che ci collegano a nord, a sud e a est. La settimana prossima e in questi giorni andremo in altri Paesi, soprattutto della regione africana, e prevediamo di arrivare a circa due terzi di quello che ci serve già nelle prossime settimane. Ovviamente, questo gas non arriva istantaneamente. Ma noi riteniamo che entro il secondo semestre dell’anno prossimo potremo cominciare veramente ad avere una quasi totale indipendenza».

Commento

Nessun problema. Cingolani ci assicura che grazie al gas congolese, angolano, mozambichese, algerino etc, fra 18 mesi (stima campata in aria) saremo indipendenti dal gas russo. Per i prossimi inverni invece dovremo arrangiarci. Come? Con le rinnovabili, ma soprattutto con il risparmio energetico (così facciamo contenta anche Greta!). Dovete sapere che per ogni grado in meno di caldo nelle case risparmieremo 2 miliardi di m3 di gas (altra stima tirata fuori dal cilindro). Con 10° di meno riusciremo quasi a fottere la Russia e Putin. Con 0° riscaldamento moriremo a milioni di malattie, di stenti e di freddo, ma esaleremo l’ultimo respiro felici di sapere che, grazie al nostro sacrificio supremo, avremo raggiunto la totale indipendenza energetica da Mosca.

3 Comments

  1. Nessuno parla di Assange.

    Certo verrà estradato nel Paese della Democrazia e dei Diritti senza che (quasi) nessuno muova un dito.

  2. Here’s Jo(hnny)!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*