Articoli

Moskva è affondato

Spread the love

Al di là del colpo al prestigio militare russo, l’affondamento dell’incrociatore a mio parere pone alcuni interrogativi. Sapevo che un’unità come il Moskva era dotata di difese antiaeree e antimissilistiche estremamente efficaci e di un sistema di controllo elettronico e radaristico molto efficiente, ma non è bastato per fermare due missili Neptune di fabbricazione ucraina. Ora noi tutti sappiamo che il know how ucraino in fatto di elettronica applicata agli armamenti non è propriamente il massimo che ci sia in circolazione o perlomeno non è all’altezza di quello russo. Quindi sorge spontanea una domanda. Boris Bojo Johnson nel suo viaggio a Kiev aveva promesso fra gli altri aiuti “umanitari”, quello di inviare i temibili missili anti-nave Harpoon:  “nel tentativo di rompere l’assedio della marina russa ai porti del Mar Nero”. Guarda caso l’assedio momentaneamente si è interrotto. Non solo, ma l’attacco missilistico contro il Moskva avviene all’indomani della resa in massa di militari ucraini a Mariupol. Occorreva risollevare il morale della Nato e delle forze fedeli al dittatore Zelensky. Ci hanno pensato gli “istruttori” inglesi facendo partire due Neptune-Harpoon. Ma i sospetti non finiscono qui. Vogliamo scommettere che l’operazione è stata supportata, come dicono alcuni, dalla Nato-Usa che ha mandato il tilt grazie a interferenze elettroniche la capacità di difesa del Moskva ? Vedremo cosa diranno i russi nei prossimi giorni.

5 Comments

  1. La ricostruzione e’ più che verosimile, quanti agli inglesi, gli e’ andata bene gia’ per due volte, una con la Invincibile Armada spagnola e la seconda con Hitler che ha lasciato che le navi inglesi portassero in salvo l’armata inglese circondata a Dunquerque: non credo che la terza volta gli andrà bene come le prime due.

  2. Concordo in pieno Alfio, ora c’e’ da vedere come sapranno reagire i russi, da li si capira’ chi vincera’ : siamo in piena guerra

  3. ma quale missile? ha preso fuoco

  4. Avevo detto che IlGiornale assomiglia sempre più a LaRepubblica.
    MI SBAGLIAVO IlGiornale è persino peggio

  5. Maurizio Dell'Aria

    Certo gli Ucraini non hanno potuto fare tutto da soli, mi ricorda che l’incrociatore General Belgrano fu affondato durante la guerra delle Falkland , dalla Royal Navy. Morirono 300 cadetti argentini e gli U.S.A. comunicarono alla Royal Navy la “Posizione” della Nave Argentina, senza questo aiuto la “Royal Navy” non avrebbe trovato l’incrociatore General Belgrano, Coincidenze?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*