Articoli

Radio Mosca e le catacombe.

Spread the love

Se la storia della guerra dovesse continuare con un crescendo di stragi e di atrocità commesse dai russi, la vedo male. Ma non per Putin & Co. ma per noi che non beviamo la propaganda Nato-PD-La7-Rai-Mediaset che ci viene propinata quotidianamente. Ogni rilievo contrario alla narrazione ufficiale potrebbe essere in futuro punito. Guardate Capuozzo, è stato chiesto da una banda di giornalisti che gli venga tolto il Premio Ischia perchè colpevole di aver sollevato dubbi sulla strage di Bucha. Un po’ come la storia dei “novacs” prima isolati, poi lasciati senza stipendio e infamati quotidianamente. Fortunatamente a rompere l’assedio o meglio cordone sanitario è intervenuta la guerra; ma non è così. Chi crederà di averla fatta franca con i vaccini, cadrà dalla padella nella brace. Fra non molto, temo, potrebbero stringersi intorno ai polsi dei “devianti” le manette (prima metaforiche, poi non saprei…). In tempo di guerra i disfattisti, coloro che mettevano in dubbio la vittoria finale, quelli che di nascosto ascoltavano Radio Londra etc. venivano mandati al confino o sbattuti in galera. La stessa cosa potrebbe accadere a breve per coloro che non bevono la propaganda ufficiale . Sintonizziamoci di nascosto su Radio Mosca e cerchiamo una catacomba prima che sia troppo tardi..

2 Comments

  1. Gli amici fuggiti in volontario esilio un po’ ovunque sono già un paio di dozzine…e noi che restiamo non si sa quanto resisteremo, con mezzucci o altro (io non mi faccio bucare nè tamponare perdìo) ma perdinci, voglio veder crollare quel dragonball e il suo zombie “salutista” e pure vederli a processo, con le accuse più gravi.

  2. Proprio cosi’ Alfio

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*