Articoli

Sogni mostruosamente proibiti

Spread the love

Ho sognato che al est la situazione esplodeva. False flag ucraine contro la Russia favorivano l’intervento della Nato contro Mosca. L’Italia di Drago in tandem con Mattarella Bis, rieletto per altri 7 anni, entrava nel conflitto inviando truppe in Ucraina. Dopo pochi giorni le forze della Nato venivano travolte e messe in fuga. L’Armata russa dilagava dovunque. Attraverso l’Austria liberata dal giogo vaxista le truppe russe coadiuvate da volontari novax austriaci , cechi, tedeschi, croati, romeni, serbi etc. dilagavano dai confini orientali e dal Brennero nella Val Padana. A Milano i caporioni del vaxismo tentarono la fuga verso sud, ma furono fermati dai patrioti novax lombardi e veneti. I Virostar, Galli e Pregliasco furono catturati lungo la strada che portava a Dongo. Nei giorni successivi ci furono rivolte spontanee in molte città. A Genova i patrioti novax del CLN insorsero e catturarono il famigerato virostar Bassetti che, con una parrucca in testa, fingeva di essere un filosofo NoGP. Poi fu la volta di Bologna, Firenze e Roma. Nella capitale i maggiori gerarchi del Vaxismo furono catturati mentre si apprestavano a fuggire. Mattarella vestito da prete fu fermato mentre si accingeva a cercare asilo nella Città del Vaticano; Draghi fu arrestato in uno scantinato della Banca d’Italia; Speranza con tutto il CTS furono catturati nell’ospedale Spallanzani mentre si fingevano malati di Covid con maschere e intubati per non farsi riconoscere. Poi fu la volta dei politici che furono rinchiusi nello stadio Olimpico: Salvini, Di Maio, Ronzulli, Bersani, Gasparri etc. Ma la retata più succulenta fu quella dei più fanatici fra i giornalisti vaxisti : Vespa, Formigli, Gruber, Floris, Paolone del Debbio, Brindisi, Sandra Amurri, Giletti, Cecco Pavone, Davide Parenzo, Klaus Davi, Telese, Mentana e ancora virologi quali Capua, Viola, Crisanti, Lopalco ed altri. Papa Bergoglio e i suoi accoliti fuggirono in Argentina. Si contarono circa 15.000 arrestati. Il nuovo governo insediatosi immediatamente fece decadere tutte le leggi liberticide. Grazie agli accordi con il Presidente Putin all’Italia fu concessa l’amministrazione di una amena e ridente regione della Russia settentrionale posta sopra il Circolo Polare Artico: la Vorkuta, celebre anche per il suo gulag staliniano di Ukhta-Pechora. Il gulag fu ristrutturato e i vaxisti furono colà inviati per un lungo periodo di rieducazione. A tutti fu data una dotazione: T-Shirt cotone, bermuda e infradito. Una nuova alba sorrideva all’Italia e all’Europa liberata dalla mortifera genia degli oligarchi mondialisti. Un’alba di pace, benessere e giustizia.

Poi mi sono svegliato. Peccato. Avrei voluto rimanere immerso nel sogno.

4 Comments

  1. Caro Alfio, sono talmente disgustato da “questa” Italia, usurpata da gente spietata e senza misericordia, che se il ‘sogno’ si avverasse collaborerei fattivamente con la Russia ….. almeno due o tre ideuzze giuste le hanno

  2. Errore, Alfio.
    I’ antipapa non può rifugiarsi in Argentina. ( non lo vuole nessuno ).

  3. È un sogno ricorrente anche per me, unica variante, riguarda il trattamento dei collaborazionisti. Nel mio sogno sono resi innoqui DEFINITIVAMENTE.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*