Articoli

Delegittimazione

Spread the love

Stasera su Quarta Repubblica condotta da Porro ho appreso la tecnica di delegittimazione usata dai provax nei confronti di chi si pone criticamente nei confronti della narrazione pandemica ufficiale. Presenti Tommaso Labate del Corrierino della Sera, Massimo Cacciari e Daniele Capezzone. Finita l’intervista a Cacciari, il Labate inizia ridendo a dire che il filosofo parla di un certo “Melon“, scienziato critico sui vaccini, come di una invenzione di Cacciari: ” Non esiste nessun Melon” , facendo passare il professore per un rintronato visionario. Capezzone lo corregge. Il filosofo veneziano intendeva parlare di Robert W. Malone, uno dei ricercatori che ha contribuito agli studi sul trasferimento genico (mRNA e DNA nei vaccini) con oltre 12mila citazioni dei suoi lavori. Labate, scribacchino del Corrierino che fa? Si mette a ridere : “scienziato? ahahah! Scienziato de che? ” E giù risate. Lo stesso metodo, come tutti sappiamo, è stato usato contro il premio Nobel Luc Montagnier, il prof. Tarro ed altri eminenti scienziati. Quando vengono citati, il protocollo provax prevede risate a non finire. Alla fine questo metodo funziona. Non sto scherzando. Ridi oggi, ridi domani questi scienziati vengono sputtanati e considerati macchiette o rimbambiti. Che fare dunque?

Abbandonare ogni forma di educazione e quando i provax nominano i loro numi tutelari, occorre agire in questo modo:

Burioni: ahahah!

Bassetti: doppia risata con pernacchia;

Galli: risata tripla ricordando che è un indagato;

Viola: risata tenendosi la pancia;

Capua: risata coppia con avvitamento sulla sedia;

Fauci: risata omerica con rotolamento per terra.

D’accordo, ho esagerato, ma quando qualcuno nomina i virostar una risata ci starebbe bene.Facciamo come loro. Date retta a me!

4 Comments

  1. hai dimenticato il NON virologo, l’onanista pregliasco

  2. Da Alberto Di Janni: “Vaccineide – Un cabaret di vaccini”.
    Libretto di poesie satiriche su green pass e vaccini.

    Il virologo da salotto

    Di magnifica apparenza,
    del sapere morchia e scoria,
    non è primo per la scienza,
    ma primissimo per boria.

  3. Manlio+Montagna

    doppia risata con pernacchio alla De Filippo

  4. Leda Paganelli

    Perfettamente d’accordo e poi basta guardare in faccia codesto labate per sghignazzare di brutto su ciò che dice che scrive e soprattutto per la faccia che si ritrova

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*