Articoli

Non ci sono più i Black Bloc di una volta

Spread the love

Ricordate il G8 di Genova? Tempi eroici per i Black Bloc. Apparivano dal nulla e si scatenavano nelle piazze con un preciso disegno: mettere in difficoltà chi governava. Nel caso specifico il Governo Berlusconi che aveva organizzato il meeting internazionale. Poi una volta scomparsi i governi di cdx, il fenomeno è andato affievolendosi. Improvvisamente qualche giorno fa, in occasione della grande manifestazione nazionale No Green Pass che doveva svolgersi a Trieste, eccoli riapparire minacciosi. Tutti i media spargono notizie inquietanti, parlando della loro sicura presenza, di prevedibili scontri e di una città che rischiava di essere messa a ferro e fuoco. Gli organizzatori della manifestazione, onde evitare questa iattura, annullano accortamente la manifestazione, con malcelata irritazione di Qualcuno che in alto avrebbe invece voluto vedere nelle strade e nelle piazze la furia devastatrice dei manifestanti BB, per poi scaricare la colpa degli scontri e delle violenze sui pacifici No Green Pass. I portuali e gli altri hanno invece dato “buca” a coloro che volevano mestare nel torbido. A questo punto si pensava che i BB si rifacessero dello scorno con G20 a Roma. Perfino la Lamorgese aveva fatto sapere che avrebbe “blindato” i confini per evitare l’arrivo dei Black Bloc dagli altri paesi, anche se tutti sanno che questi personaggi non hanno bisogno dei blocchi per passare. Quindi tutto faceva presagire una giornata di fuoco intorno alla zona rossa riservata ai Grandi invitati Da Draghi. Invece, con grande stupore di tutti, nemmeno un manifestante di nero vestito. Manco a pagarlo a peso d’oro. Curioso, vero? Non pensavate mica che i violenti a libro paga del Deep State rovinassero la festa a Presidente del Consiglio. In compenso al posto dei terribili “anarco-comunisti- insurrezionalisti”, eccoti apparire come in un verde prato le margheritine gretine dei Friday for Future. Qualche slogan partigianesco non -violento dolce e affettuoso tipo: “la resistenza ce l’ha insegnato, uccidere un fascista non è reato”, canti e balli con l’immancabile “Bella Ciao” e parole d’ordine sul clima e su un mondo buono, green e arcobaleno. Fine dello spettacolo.

2 Comments

  1. black bloc lives matter

  2. https://www.ansa.it/sito/photogallery/primopiano/2021/10/31/perche-si-lancia-la-monetina-a-fontana-di-trevi-la-storia_2e35541a-c7ab-4557-b260-32277eb17838.html

    La monetina da 1 euro lanciata dai leader del G20 nella Fontana di Trevi è stata coniata appositamente per il G20 con inciso l’Uomo vitruviano, simbolo del Vertice. Tanti i curiosi affacciati dalle terrazze e dalle finestre dei palazzi che circondano il monumento. Rilassata l’atmosfera tra i leader che si sono scambiati sorrisi e chiacchiere. Dopo il lancio della monetina, la cancelliera tedesca Angela Merkel, sorridendo, si è sciacquata le mani nella Fontana.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*