4 Comments

  1. -ismo [dal lat. -ismus, gr. -ισμός]. – Suffisso di molti vocaboli astratti, taluni derivati dal greco (dove hanno origine verbale) e i più formati posteriormente (tratti in genere da sostantivi o aggettivi), per indicare dottrine e movimenti religiosi, sociali, filosofici, letterarî, artistici (per es.: manicheismo, islamismo, socialismo, empirismo, realismo, impressionismo, ecc.), atteggiamenti, tendenze, caratteri collettivi o individuali (eroismo, radicalismo, patriottismo, dispotismo, ottimismo, scetticismo, fanatismo), comportamenti o azioni (disfattismo, ostruzionismo), condizioni o qualità, e anche difetti morali o fisici e abitudini nocive (egoismo, mutismo, strabismo, daltonismo, alcolismo), talora condizioni di cose (parallelismo, magnetismo), attività sportive (ciclismo, podismo, discesismo, connessi questi con i sostantivi in -ista come ciclista, ecc.). Con sign. concreto, serve a denotare peculiarità o caratteri di linguaggio e di stile (arcaismo, grecismo, latinismo, forestierismo, tecnicismo, alcuni derivati da nomi di persona, come dantismo, petrarchismo); o, ancora più concretamente, a indicare sistemi e congegni (meccanismo, organismo). In pochi casi, il suffisso è stato sostituito definitivamente o di preferenza da -ésimo (come in cristianesimo, urbanesimo, protestantesimo, carduccianesimo). Il largo uso che negli ultimi decennî si è fatto di questo suffisso, soprattutto nella formazione di sostantivi riferentisi a tendenze letterarie e artistiche (futurismo, cubismo, astrattismo, ermetismo), ha suscitato qualche reazione ironica, tendente a criticare non tanto il suffisso in sé quanto la coniazione a volte arbitraria del sostantivo, e degli aggettivi in -istico che ne derivano.

  2. Mi permetto di osservare che i terrapiattisti esistono davvero e mi sembra lecito combatterli.

  3. sì. basta con queste facce, non ne possiamo piu’, e avanti con i personaggi archetipici

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*