One Comment

  1. Né mi diceva il cor che l’etá verde
    sarei dannato a consumare in questo
    natio borgo selvaggio, intra una gente
    zotica, vil, cui nomi strani, e spesso
    argomento di riso e di trastullo
    son dottrina e saper; che m’odia e fugge,
    per invidia non giá, ché non mi tiene
    maggior di sé, ma perché tale estima
    ch’io mi tenga in cor mio, sebben di fuori
    a persona giammai non ne fo segno.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*