One Comment

  1. Recitar, mentre preso dal delirio
    Non so più quel che dico e quel che faccio
    Eppure è d’uopo, sforzati
    Bah, sei tu forse un uom?
    Tu sei pagliaccio!
    Vesti la giubba e la faccia infarina
    La gente paga e rider vuole qua
    E se Arlecchin’ t’invola Colombina
    Ridi, pagliaccio e ognun applaudirà
    Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto
    In una smorfia il singhiozzo e il dolore
    Ridi, pagliaccio, sul tuo amore infranto
    E ridi del duol che t’avvelena il cor!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*