Alfio

Covid 2a Ondata

C’era una volta, un paese nel quale se per caso ti beccavi un forte raffreddore o un’influenza con febbre più o meno alta, il medico curante ti prescriveva aspirina, riposo e caldo. Ti faceva restare a casa per una settimana e poi riprendevi la tua vita normale. Oggi, se per disgrazia a causa di una frescata, ti beccano con lo scanner termico con la febbre a 37,5° o comunichi al medico la tua indisposizione , vieni immediatamente prelevato da monatti vestiti da astronauti; ti infilano un tampone nel naso o in gola e se ti trovano positivo ti portano: nel migliore dei casi, in un lazzaretto dove rimarrai in quarantena, nel peggiore, in un ospedale dove seguono i protocolli ufficiali della sinistra-covid: ti mettono a pancia in giù, ti intubano e ti pompano ossigeno fino a farti morire soffocato.

Tranquilli è solo una favola horror…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*