5 Comments

  1. Hallo, hallo, hallo.
    Sì sì sull’onda, sull’onda.
    Cambia linea, cambia linea
    Sì pronto, hallo hallo, siamo in fase
    Un momento, un momento
    Pronto, pronto, hallo, hallo, hallo.
    Erano le nove, grande calma in porto
    Quando ahimè la radio mi chiamò
    Cosa c’è per giove, un ferito un morto,
    “No” mi si rispose “ma però”
    “Oh capitan, c’è un uomo in mezzo al mare,
    Oh capitan, venitelo a salvare
    Non sa remar neppure sa nuotar
    E finirà per affogar.
    Quel poverin per rimanere a galla,
    Da un’ora sta seduto su una palla
    E sopra l’onda glu glu glu glu glu comincia a far,
    O capitan venitelo a salvar.”
    Erano le dieci un presentimento,
    Che mi spinse allora a domandar:
    “Favorisca darci qualche chiarimento,
    Come mai c’è un uomo in mezzo al mar?”
    “Oh capitan c’è un uomo in mezzo al mare
    Oh capitan venitelo a salvare,
    Hallo, hallo, sì sì vi spiegherò
    Datemi ascolto per favor.
    Erano in sei, in sei sopra una barca
    Ma dopo un po’ a fondo andò la barca
    E cinque sopra sei furon costretti ad affogar
    Ecco perché c’è un uomo in mezzo al mar.”
    Fino a mezzanotte non dormii tranquillo
    Finchè mi decisi a richiamar:
    “Che cos’è accaduto, sii sincero dillo
    Che cos’è accaduto in mezzo al mar?”
    “In mezzo al mar ci stava un bastimento
    A navigar con uomini trecento
    Ma poi non so per quale qui pro quo
    Il bastimento a picco andò
    Si mise in mar allor quella barchetta
    Che naufragò non so per qual disdetta
    La palla restò a galla e glo glo glo continua a far
    Ecco perché c’è un uomo in mezzo al mar.”
    “Quel poverin per rimanere a galla
    è ancora là seduto su una palla
    E sopra l’onda glu glu glu continua a far
    Hallo hallo c’è un uomo in mezzo al mar”.

  2. delrio si ma delirio no

  3. mi è semblato di vedele un flato
    ianni

  4. Chiamatemi Ismaele

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*