Articoli

Ossessione

“Se prima il fascismo era dietro l’angolo, ora è alle porte di casa nostra. Nessuno è al sicuro. Durante la notte sovente dietro le porte si sentono brusii e rumori inquietanti, poi la mattina, quando queste vengono aperte, appare, immancabile, una svastica-scarabocchio che solo l’occhio esperto e navigato dei nazifascistologhi riesce ad interpretare come il simbolo-principe del nazismo. Secondo le dichiarazioni di numerosi lettori dell’Espresso e di Repubblica, da qualche tempo, le strade delle nostre città, sono percorse quotidianamente da squadracce nere e brune: Brigate Nere, SA ed SS si aggirano impunite alla caccia di immigrati, ebrei e sardine. E la notte? La notte migliaia di uomini in divisa muniti di fiaccole e bandiere marciano nelle strade delle nostre città al suono cupo dei tamburi, cantando lugubri inni provenienti dalle oscure profondità della Storia. Stando alla testimonianza indubitabile di uno dei massimi studiosi del neo-nazifascismo, Paolo Berizzi, premio “Saviano” per il giornalismo d’inchiesta, celebre anche come implacabile cacciatore di nazifascisti, sia “Lui” che “Lui”, sono tornati. Entrambi sono stati visti mentre si aggirano in divisa nelle strade di Berlino, di Monaco, di Salò e di Milano, salutati da folle sovraniste plaudenti e festanti…”

Estratto dal libro “Il Nemico è alle Porte” a cura del Collettivo Anpi-Sardine, Ed. Paranoia pagine 9 Euro50

8 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*