Articoli

Augias: “Essere di destra è facile”

Sostiene Augias che essere di destra è facile. Lo vorrei vedere prendersi ogni giorno la sua consueta secchiata di merda; essere chiamato: fascista, nazista, razzista, omofobo, sessista etc.; lo vorrei vedere essere censurato, escluso dalle TV, dalle Università, dall’editoria, dai circuiti di comunicazione che contano. Mentre essere di sinistra, sostiene sempre Augias è difficilissimo. Come no! Accesso alle Università, Tv, cinema, editoria, media e poi premi letterari, serate mondane, Capalbio, circoli esclusivi radical chic, soldi, gloria, successo e poi ancora istituzioni europee, nazionali, banche, magistratura…Ha ragione Augias, stare a sinistra è difficilissimo.

PS: A prima vista seguendo il ragionamento di Augias parrebbe che l’80% degli italiani si fosse spostato a destra, perchè, come dice lui, stare a destra è comodo e facile: è il luogo caldo e accogliente della “pancia“. Ma non è così. In realtà il paese è diviso in parti uguali: 50% e 50%. Solo che la metà di sinistra ha tutto; l’altra metà ha solo insulti e pernacchie.

14 Comments

  1. Fabio Mazzanti

    Probabilmente il mondo sta cambiando e non ne siamo consapevoli, proprio noi

  2. dice anche che quelli di sinistra sono più intelligenti e buoni:
    cioè che quelli di destra sono delle bestie immonde

  3. Descrizione perfetta della realtà!

  4. Per non dire delle persecuzioni giudiziarie … C’è solo una soluzione: dividere l’Italia in due, ma non geograficamente, bensì politicamente. Chi vuol stare con il Centro Destra ? Chi con la sinistra ? Poi un bel muro usque ad sidera usque ad infera, così le due tribù vissero ognuna felice e contenta con i suoi simili (ma immagino che dall’altra parte comincerebbero a cercare di venire da questa parte, un deja vu a Berlino …).

  5. essere stupido come lei augias è ancora più facile, 4 frasi fatte, antifascismo e patticciani come parole d ordine e vivere di rendita culturale coccolato in tutti i talk show orientati a sinistra…vuoto pneumatico in mezzo alle orecchie !!!

  6. Eccone un altro, non sentivamo la tua mancanza, parassita sempre portato dalla sinistra con cui si è arricchito. SPORCACCIONE SERIALE.

  7. Per non esser più chiamato fascista basterebbe cominciare, ad esempio, a chiedere al leader di riferimento di prendere le distanze dai gruppi dichiaratamente neofascisti(vedi Casapound occupatrice illegittima di locali di pregio).
    Mai una parola neanche quando alcuni ariani militanti sono stati condannati per stupro…
    Orbene, se si accetta questo e ci si accontenta di un leader talmente pasticcione e impresentabile che ogni critica politica appare una inutile perdita di tempo (è come cercare di fare l’esegesi dei discorsi post spritz del grullo del paese) allora è ovvio che il rischio di esser perculati diventa certezza.
    Se la destra rivuole rispetto e dignità, deve darsi un leader rispettabile e degno. I dibattiti tra “gente di destra” dovrebbero essere questi. Non inutili e patetiche difese dell’indifendibile.

    • Gentile Romeo, siamo ormai giunti alla cerniera dei tempi. La sx pagherebbe oro per confrontarsi con una dx politicamente corretta e prona ai suoi voleri:gay friendly, refugees friendly, banksters friendly, Soros friendly etc etc. Insomma voi vorreste una sinistra destra. In quanto al rispetto, personalmente sono 70 anni che lo attendo. Non l’ho mai ricevuto. Stupri? Vero. Quando qualche “ariano” stupra a dx tutto tace (o quasi). Io no. Mi sono preso vagonate di vaffa da Casa Pound per una vignetta che condannava la violenza di due casapoundini ai danni di una donna. Quando qualche simpatico africano stupra e squarta e mangia il cuore di una ragazzina da sx ho udito solo un imbarazzante e assordante silenzio.

    • Marina Brill

      Parlare così da un pulpito che suppongo di sinistra, ove e’ notorio che il più pulito ci ha la rogna tra indagati, arrestati, condannati, Forteti, Bibbiani etc etc, mi sembra davvero ridicolo

  8. Laura-Clara mantovani

    Bisognerà commissionare ad una equipe di validi scienziati l’analisi del tostissimo materiale che compone la faccia di questi servi del regime, essendo ogni altro, pur durissimo, fin qui conosciuto cera molle al
    confronto. E basta anche con il paragone con il lato b che è offensivo per il medesimo; infatti il lato b assolve umilmente quanto utilmente a funzioni logistiche, fisiologiche e talora anche estetiche.

  9. Ricordate Augias e quello che ha detto sulla difficoltà di stare a sx? “Carola è per la 1a volta in Italia dopo quest’estate. E’ qui per presentare il suo libro, “Il mondo che vogliamo” pubblicato da Garzanti. “Sono stata avvicinata da molte case editrici dopo quella missione…”

  10. Monia De Moniax

    Augias un ebreo [di religione, non razza o etnia], finto Ateo…>Hanno così rotto le scatole, ho detto scatole non “Er Cazzo”, che quelli che veramente erano “de Sinistra”, anzi proprio “Comunisti” con la C maiuscola hanno svoltato di 180 gradi e sono diventati Salviniani, finché non diventeranno Meloniani, finché ai Sinistronzi demoNIOcristiani, loro sì fascisti riverniciati di bianco, Frodi, Ronzi e deretani cantando, non si troverà QUALCUN* che stiano loro sulle scatole ancor di più di salvini che si sta troppo ammorbidendo…Draghi why not? Renzi non si può mai dire…ma stiamo pazzianno? Una Incazzata come una BBBBBestia !

  11. Ambrosino Pietro

    é inutile parlare e ascoltare i parassiti, mediali, che poi appartengono tutti alla stessa fede, di soros e compagni. Loro intellettuali per appartenenza all´élite e la massoneria, noi bestie che li abbiamo sempre mantenuti e ora forti di biasimo hanno la sicurezza che nessuno li quereli.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*