Articoli

A proposito del colonialismo e dell’invasione africana.

Una delle tesi che gli immigrazionisti portano per giustificare l’invasione allogena in Europa è quella che, visto che noi europei abbiamo sfruttato per secoli l’Africa, è giusto che ora si debba accogliere tutti i migranti che arrivano sul nostro continente. Una riflessione: vediamo chi ha sfruttato il Continente Nero: Gran Bretagna, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Germania (fino alla 1a GM). L’Italia, non conta un piffero. Con le colonie ricche di sabbia e di pietra, ci ha solo rimesso. Chiedo: ma tutti gli altri paesi che c’entrano con lo sfruttamento? L’Ungheria, la Polonia, la Slovacchia, i Paesi Baltici, la Norvegia, la Svezia, l’Austria, la Romania, la Bulgaria, la ex-Jugoslavia, la Grecia avevano forse colonie in Africa?! No. Quindi i migranti, a rigor di logica dovrebbero essere accolti solo nei paesi sfruttatori. Il ragionamento non fa una grinza. Fa molte grinze invece il fatto che altri paesi, oltre ad aver sfruttato i nativi ed averli sterminati, continuano a non pagare dazio. Che ne direste se i WASP americani venissero rimandati in Europa e le terre che hanno occupato e sfruttato restituite ai legittimi proprietari Sioux, Seminole, Apache, Piedi Neri, Comanches etc etc.? Il ragionamento non fa una grinza.

Comments are closed.