Articoli

La storia dell’Imperatore Claudio secondo Enrico Letta.


La storia di Claudio da povero migrante a imperatore romano.

Claudio giunse sulle coste laziali con una trireme ONG “Medici sine Finibus”carica di migranti raccolti sulle coste ispaniche. A quel tempo Prefetto del Pretorio era il crudele Salvinius che all’arrivo della nave, diramò l’ordine di chiudere il porto di Ostia a tutte le triremi ONG. La nave fu costretta a rimanere al largo per 15 giorni fino a che, un pretore, Patrus Naggius, non la sequestrò, facendo scendere a terra i migranti. Claudio fu rinchiuso in un “castrum” in attesa di identificazione. Riconosciutogli lo status di “refugiatus politicus” fu liberato, trovando subito lavoro grazie ad una cooperativa gestita da una matrona romana, Pompea Boldrina, compagna del potente senatore, Petrus Grassus , Questi, poco dopo, assunse il futuro imperatore come “ianitor sacculi” (portaborse).

Claudio, in seguito fece una carriera politica folgorante, diventando il capo della “Senatus Sinistram”. Nominato, dopo oscure manovre e intrallazzi, primo Console, destituì il Prefetto del Pretorio Salvinius, facendolo esiliare nelle malsane paludi del ravennate, nel villaggio chiamato Mediolanum Marictima, dove finì i suoi giorni affogando i suoi dolori nel “mogitus”, un’orrenda mistura servita al Papeetus, un equivoco ritrovo di nemici del Senato, ormai nelle mani della Sinistram e dei Quinque Stellae, un movimento politico creato dal mimo Beppus Grillus. Dopo questa vittoria politica, Claudio con l’appoggio delle forze senatoriali progressiste fu acclamato imperatore dei romani .

8 Comments

  1. Cristina Agnello

    Grandioso 👏👏👏😂😂😂❤️❤️❤️

  2. Fantastica!

  3. Luigi Morrone

    Grande Alfio!

  4. Claudio è stato veramente un imperatore capace e dotato di senso dello stato. La sua fama è stata messa in secondo piano perché come spesso accade si presta più attenzione agli eccessi ( Nerone, Caligola, ecc)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*